mercoledì 7 dicembre 2011

Altheo "profili". MU Factory.

Altheo "profili": MU Factory.





MU’factory è un laboratorio di creatività nato a Palermo nel 2003 dalla collaborazione tra Cetti Davì e Dario Feo in cui vengono concepiti e sviluppati progetti di design, art-design, fotografia.
Nell’ambito dell’art-design si svolge un'attività di ricerca mirata alla creazione di oggetti che abbiano un’anima, una sorta di potere proprio e ciò avviene anche attraverso l'utilizzo di materiali inusuali.
Seguendo questo intento, dalla sperimentazione con silicone a reticolazione acetica nascono i progetti MU’trans, MU’light e MU’shine. Pezzi unici o a tiratura limitata.



I progetti trans e light vedono il complemento d’arredo come oggetto-scultura che attraversa il sottile confine tra arte e design. La creazione è svincolata dalla produzione industriale e ciascun oggetto viene realizzato a mano. Il materiale utilizzato, usualmente impiegato nei settori edile e industriale, qui acquisisce una funzione estetica e contribuisce, con le sue proprietà e i suoi limiti, a creare oggetti insoliti che provocano un contrasto di sensazioni.
Alla vista, infatti, l'oggetto appare statico e solido, al tatto invece risulta morbido, elastico e mobile; inaspettatamente, toccandolo, comincia a vibrare. L’oggetto viene recepito dal fruitore come uno strano essere con il quale interagire e del quale avere cura.




L’autenticità di ogni singolo pezzo è testimoniata da un certificato con un numero di serie progressivo.La linea shine vede la creazione di gioielli esclusivi, in cui il silicone viene abbinato a metalli nobili come l’argento. Piccole sculture da indossare, anche loro realizzate esclusivamente a mano e accompagnate da un numero di serie che ne attesta l’autenticità. 
Con il progetto MU’trans partecipano nel 2006 al concorso nazionale D.A.B. (Design per Artshop e Bookshop), dove vengono selezionati e chiamati ad esporre alla Galleria Civica di Modena.Nel 2007 per la Palermo Design Week, che vede in mostra alcuni dei paesi del mediterraneo, vengono chiamati, insieme ad altri designers, a rappresentare l’Italia.Nel 2009 sono chiamati a partecipare al D.A.B.





Roma ed espongono al Palazzo delle Esposizioni.Nel 2010 lo studio MU’factory è selezionato a partecipare alla mostra-mercato internazionale del design autoprodotto Open Design Italia 2010, svoltasi tra Modena e Bologna.Nel 2010 le creazioni della linea trans, light e shine sono esposte e vendute a Palazzo Riso, Museo d’Arte Contemporaneo della Sicilia.Dallo stesso anno sono presenti al book shop del Complesso Monumentale di Palazzo Reale a Palermo.Sempre dal 2010 gli oggetti MU’ sono esposti e venduti alla GAM Galleria Civica d'Arte Moderna di Palermo.
Nel 2011 con la linea Trans di complementi d’arredo in silicone, lo studio MU’factory si aggiudica il 1° posto al concorso internazionale “A’ Design Award” vincendo il Platinum per la categoria “Art, Crafts and Ready-Made Design”.Attualmente le loro creazioni sono in esposizione e vendita presso i bookshops dei musei, gallerie e design shops.