mercoledì 12 ottobre 2011

Altheo "Moda": Le creazioni di Giulia Boccafogli.

Altheo "Moda": Le creazioni di Giulia Boccafogli.






Giulia Boccafogli, nata a Bologna nel 1980, dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureata in architettura Firenze nel 2006 con una tesi in Tecnologia e Design. Da allora si è occupata di progettazione edile e d'interni, ma parallelamente alla professione porta avanti da più di 10 anni la sua passione: creare gioielli ed accessori.
Dal 2008 questo percorso si è sviluppato al punto da diventare un lavoro a tempo pieno: partecipando a mostre, fiere specializzate e temporary shops i suoi lavori sono stati notati dal pubblico di appassionati ed addetti ai lavori. Nell settembre 2010, le sue collezioni sono state selezionate dal gruppo COIN per il Temporary Store Urban Life e alcune filiali Coin in tutta Italia hanno venduto le sue collezioni.
Giulia progetta, disegna e realizza personalmente le sue collezioni: pezzi unici dal design esclusivo, che danno vita a esemplari singoli o a mini collezioni a tema, volutamente evocative.





Attualmente Giulia ha deciso di arricchire e approfondire i filoni già aperti e consolidati e di dedicarsi , complice un lungo periodo di soggiorno all’estero, alla ricerca di nuove contaminazioni.
Così, complici un prolungato soggiorno a San Francisco, California, e le frequenti passeggiate lungo Haight Street, patria della beat generation e della cultura hippie, nasce per l'autunno 2011 la nuova capsule collection in a state of FLUX di Giulia Boccafogli, in continuo mutamento.





Sono la musica, la storia e lo stile della zona ad influenzare inizialmente Giulia che inizia ad impostare i primi bozzetti e prototipi proprio durante questo periodo. Poi, come sempre, le suggestioni personali fanno il resto.
La parola FLUX ha, come primo significato, il termine flusso ma, tra le principali traduzioni, si ritrova anche il concetto di  mutamento, inteso come condizione dinamica di trasformazione. E’ proprio questa dualità di ispirazione a caratterizzare l’intera linea di gioielli.
Lo stile diventa grintoso, seducente e tribale trovando conferma nelle linee fluide e sinuose dei nuovi gioielli in pelle di Giulia Boccafogli. Allo stesso modo la scelta di usare un unico colore, il nero, abbinato all’argento dell’alluminio e all’oro dell’ottone, acquista forza e coerenza.




Questa duplice scelta stilistica rappresenta, dunque, il cambiamento: da un lato la decisione di abbandonare il romanticismo tipico delle sue ultime collezioni, per far spazio, appunto, ad un’atmosfera piu’ aggressiva e decisa, dall’altro la scelta di usare il “non colore” come ulteriore strumento per comunicare un mood.
I nomi dei gioielli di questa linea, tutti pezzi unici prodotti artigianalmente dalla designer, sono tratti dalla mitologia greca e dalla sua cosmogonia.
Le Gorgoni, Medusa, Le Naiadi, Antiope, Cerbero... e così via fino persino ad Afrodite: attraverso suggestioni del tutto personali, i personaggi di miti e leggende, prestano il loro nome a collane scultura dal forte impatto scenico, dove le strisce di pelle tagliate a mano si muovono sinuose come piccoli serpenti, a girocolli audaci dal vago sapore fetish, a bracciali polsiera da moderna amazzone e a seducenti orecchini.
I pellami utilizzati sono ancora una volta prodotti in Italia, spesso recuperati da scampoli, ritagli e rimanenze di lavorazione. Un occhio di riguardo quindi all’ecosostenibilità della produzione e l’interesse a valorizzare una materia prima preziosa e pregiata che altrimenti andrebbe persa.




Ph Valentina De Meo

Altheo "Moda": lL creazioni di Alessandra Piermattei, Alpi Bags.
Altheo "Moda": Le creazioni di Eleonora Battagia, Caracol.